Comunica con il Giusto Pubblico

L’errore più banale che puoi commettere quando pensi ad una pubblicità o a un prodotto da vendere è immaginare il pubblico sbagliato di clienti a cui rivolgersi.

Infatti non tutti vanno bene per quello che proponi.


Quasi tutte le aziende che falliscono è perché sbagliano il proprio pubblico target (ad esempio aprire un negozio di prodotti elettronici in un paese dove l’età media del proprio pubblico è di oltre 50 anni).

Il messaggio/pubblicità deve essere indirizzato a un pubblico specifico, non è per tutti quello che devi dire.

Ovviamente non è facile da elaborare perché penserai:
“Se il mio messaggio lo vede più gente allora ho più probabilità di vendere”.

SBAGLIATO!

Così facendo andrai a toccare persone a cui non frega niente di acquistare…
Devi rivolgerti ad un pubblico specifico!

MA COME FACCIO A TROVARE IL MIO PUBBLICO TARGET?

Ecco la domanda da un milione di euro. Ma ecco una buona notizia: non è così difficile creare un pubblico adatto.
La prima domanda da porti è: QUALE PROBLEMA POSSO RISOLVERE AL MIO CLIENTE?

Non deve per forza essere una cosa negativa, potresti focalizzarti su un pubblico che vuole decorare la sua moto oppure ad un pubblico che desidera vestirsi “street” e quindi proporre una determinata collezione di abbigliamento.

Ogni persona al mondo ha un determinato problema, se tu trovi un problema che molti hanno allora hai trovato un ottimo pubblico per te.

ADESSO SO SU QUALE PROBLEMA CONCENTRARMI, E ORA?

Fai mente locale, prendi un foglio o preparati davanti al PC e comincia a fare una lista su qualsiasi persona che potrebbe avere quel problema. Non ti preoccupare di inserire idee banali, scrivi tutto quello che ti viene in mente.

Il prossimo passo è ridurre la lista, il metodo più pratico è restringere i campi. Con la lista davanti inizia a pensare a chi potresti veramente risolvere un problema specifico ed elimina gli altri.

Se avessi un concessionario di auto elettriche Tesla potresti dire che il tuo target sia chiunque abbia una macchina, più di 18 anni e che sia patentato.

Invece il tuo pubblico non è così generale, ma devi andare nello specifico: il tuo pubblico è fatto di persone a cui serve una nuova macchina, abbia abbastanza denaro da spendere (quindi uomini d’affari) e a cui interessi non inquinare.

HO RISTRETTO LA LISTA ALL’OSSO, MA COME ARRIVO A QUESTE PERSONE?

Prima di iniziare a “cannone” a sponsorizzare la tua attività fai dei test.
Con 50€ su Facebook Ads puoi provare diversi pubblici in modo da capire quale è più interessato a quello che proponi.
Una volta trovato il pubblico più performante arriva il punto in cui ti devi veramente concentrare: devi immaginare di avere davanti a te la persona a cui vuoi rivolgerti e devi capire tutte le sue domande, dubbi, questioni, desideri… Insomma, devi fargli una visita psicologica vera e propria.

Con tutti gli elementi che estrai potrai iniziare a creare una montagna di CONTENUTI.

Da ora saprai a chi rivolgerti, ed è importante perché mezzi come eBay, Amazon, ecc. non ti permettono di sapere chi acquista, ti rivolgerai sempre ad un mercato generale dove puoi trovare gente interessata e gente non interessata.

Se hai un tuo sito il tuo miglior alleato sarà Google Analytics che ti permetterà di vedere tante statiche su chi visita il tuo sito.

Ricapitolando ecco i passi essenziali per avere un tuo pubblico:

  • Capisci il problema
  • Trova tutte le persone che possono avere questo problema
  • Restringi il campo su un determinato pubblico che hai trovato
  • Fai dei test per capire quale è il pubblico che risponde al tuo prodotto/servizio
  • Studia il tuo tipo di cliente capendo quali dubbi o quali esigenze ha
  • Crea contenuti di valore in modo da far capire che sei la persona giusta

 


Spero che queste indicazioni ti possano essere utili, se hai domande commenta qui sotto liberamente.

Se hai dubbi sul dropshipping guarda il videocorso gratuito:
VideoCorso

Alla prossima!

Mike


Commenti

Commenti: